Lunaria

Anno di pubblicazione: Gennaio 2014 Copyright: Casa Musicale Sonzogno, Etta Scollo Edizioni: Casa Musicale Sonzogno

LUNARIA - nella gioia luminosa dell’inganno

Nuova Playlist su Youtube

Questo progetto discografico è la realizzazione di un evento in omaggio alla memoria del grande scrittore contemporaneo Vincenzo Consolo, di recente scomparso. L’omaggio vuole anche dare seguito all’idea, nata durante un mio incontro con l’autore alcuni anni fa, di uno sviluppo delle potenzialità musicali del racconto. Il racconto, che prende spunto dal frammento lirico “spavento notturno” di Giacomo Leopardi (ma soprattutto, per esplicita ammissione dell’autore, è ispirato dal testo “L’esequie della luna” (1967) del poeta e amico Lucio Piccolo), è ambientato in una Sicilia fantastica, contemplata attraverso un caleidoscopio che combina tutte le tinte del barocco mediterraneo, protagonista ne è il vicerè dell’isola, personaggio malinconico e lunare che rappresenta tutto il contrario di quel potere da cui è circondato e di cui egli stesso è simbolo e referente. Questo atipico sovrano vede una notte in sogno la caduta della luna, sembrerebbe solo un incubo ma è in realtà una premonizione: in un lontano villaggio del vicereame, dimenticato anche dalle carte geografiche, la luna è caduta davvero… Sospesa tra narrativa e lirismo, l’intera tessitura del racconto si dispiega quale vera e propria partitura il cui dato musicale scorre sottotraccia come un fiume carsico, emergendo qua e la alla luce del sole (o piuttosto della luna) in occasione di veri e propri episodi melodici e coreutici: canzoni, danze, poesie la cui tensione musicale è esaltata dall’uso di una lingua “personale” dell’autore, che compendia le più antiche radici degli svariati idiomi regionali. E’ dunque proprio la lettura di questa partitura che si è voluta realizzare con questo progetto. Grata alla signora Caterina Consolo-Pilenga per il suo entusiasmo nell’accogliere la proposta di dar vita all’evento proprio nella loro dimora milanese, io e i miei collaboratori abbiamo voluto immergerci nella fantasia del ricordo di un “Lunaria” nato tra quelle mura, in quelle stanze intrise di vissuto e scrittura, tra momenti di quotidianità e incontri personali e letterari. E quelle stanze sono per noi divenute la “Contrada senza nome” del racconto. Isola in cui dimora frammento di parola, qui ritorna ancora in tutte le sue grazie, nelle speranze, nel sogno necessario, nella gioia luminosa dell’inganno.Lunaria_ita Entrando in punta di piedi, con un supporto tecnico professionale quanto più discreto, è stato possibile registrare dal vivo in quegli ambienti quello che Consolo, in un momento di emozione, confidò essere uno tra i lavori più intimi e amati della sua produzione letteraria. Con l’auspicio che da questa comune tessitura rinasca quella Luna capitolata nel sogno premonitore del vicerè, si vuole dare una testimonianza che sia di contributo alla conoscenza e alla divulgazione della Poesia Consoliana, cioè a un passaggio irrinunciabile della cultura e dell’arte tutta che in quest’epoca più che mai rischia di essere cancellata.

TRACKLIST(tutti i testi in originale si trovano nel libro LUNARIA presso Mondadori.it / traduzione dei testi in tedesco: versione graficaversione stampabile)

ORIGINE DEL TUTTO / ascolta il brano AZZURRO, GIALLO, ROSSO / ascolta il brano DOÑA SOL E VICERÉ / ascolta il brano OH FIGGHIA / ascolta il brano TALÉ TALAI LA LUNA / ascolta il brano NULLA VIENE / ascolta il brano LUNA LUNACORE / ascolta il brano MACULATA LUNA / ascolta il brano LA REGINA / ascolta il brano NELLA GIOIA LUMINOSA DELL’INGANNO / ascolta il brano FILASTROCCA DELL’ARANCIA / ascolta il brano LUNARIA / ascolta il brano LUNANOVA / ascolta il brano

Illustrazioni e credits

“Lunaria” – intervista a Etta Scollo a cura di Zammù multimedia – Università di Catania

TEASER