IL RICORDO
Autore testi: Etta Scollo
Autore musiche: Etta Scollo
Autore arrangiamenti: Etta Scollo

Àncora dentro al cuore
lega là quel dolore
è ancóra nei tuoi occhi
che pregano, implorano, imprecano.
Ancóra voci rotte
sussurra, mani vuote
prendi la prima via
per perderti senza più chiederti
Ma ritornerà nel ricordo
un sogno ostinato ti riporterà
quel tuo uomo rubato in un giorno di sole
e bianco di sale innocente e crudele
e che tu più non sai
Àncora nel tuo mare
non serve più nuotare
più di ogni verità
è questo credere senza mai chiedere
Ma ritornerà nel ricordo
un sogno ostinato ti riporterà
quel tuo cuore rubato in un giorno di sole
e bianco di sale innocente e crudele
e che tu più non sa.

IL GIORNO PIÙ LUNGO
Autore testi: Etta Scollo
Autore musiche: Etta Scollo
Autore arrangiamenti: Etta Scollo

Fu come il primo respiro della vita
con gli occhi aperti a catturate il sole
fino alla curva che dietro al mare muore
senza timore, senza parole
Fu come perdere la terra sotto ai piedi
o correre giù per le scale ad occhi chiusi
a questo vortice il mio istinto si legava
non mi voltai, non seppi mai
E quello fu il giorno più lungo della mia vita
e fu l’urgenza che per sempre mi ha segnata
con l’incoscienza di “un’eterna innamorata”
non mi spiegai, non chiesi mai
C’é sempre un giorno, il più lungo della vita
ti mette dentro una voce mai sopita
e quando credi di essere arrivato ormai
ti dice: “lascia… tutto e vai!”
Prendi e vai… prendi e vai…

IO CHE
Autore testi: Etta Scollo
Autore musiche: Etta Scollo
Autore arrangiamenti: Etta Scollo

Io che t’ho atteso
come un ladro al varco
desiderato come creatura del mio parto
e ora che in me hai preso posto
e segni il passo
non son più io che vado
ma è il tuo cammino
a farsi strada nel mio cuore di selciato
a farsi strada nel mio cuore di selciato
Io che t’ho preso
preda del mio arco,
di te goduto come
un prelibato pasto
e ora che in me hai preso
viscere e destino
non son più io che intendo
ma il tuo velen divino
nel gioco dell’amante, vittima, assassino
nel gioco dell’amante, vittima, assassino

ASSENTE
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti:

PIANO PIANO
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti:

CHE COS’È IL CIELO
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti:

CASA
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti: 

LAVA
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti: 

CRESCERE NON MI VA
Autore testi:
Autore musiche:
Autore arrangiamenti:

PER AMORE
Autore testi: Etta Scollo
Autore musiche: Etta Scollo
Autore arrangiamenti: Etta Scollo 

Lascia che lui creda ancora
un momento e poi voilà
senza ali non si vola
per amore si potrà
Per amore, per amore
Sei venuta quì da sola
mille miglia fino a quà
non é il paradiso ma
per amore lo sarà
Per amore, per amore
Lascia che lui sogni ancora
a qualcosa che non c’é
nuda é la speranza
come questa stanza
Finchè sentirai il calore
del suo sguardo su di te
lascia che lui creda ancora
a qualcosa che non c’é
Lascia che lui creda ancora
un momento e poi voilà
senza ali non si vola
per amore si potrà
Per amore, per amore

SUSPIRA (SOSPIRA)
Autore testi: Rosa Balistrieri
Autore musiche: Giovanni Belfiore
Autore arrangiamenti: Etta Scollo

Sciuriddi di lu chianu
crisciti, crisciti,
sciuriddi di lu chianu
l’autunnu si’nni va
Castagna di lu voscu
si apri, si apri
castagna di lu voscu
chi u pedi miu scacciò
La pampina di l’autunnu
chi u ventu si purtau
firriannu ‘ndunnu ‘ndunnu
‘nda ‘gnuni s’aggiuccò
Stu cantu a lu me cori
suspira, suspira,
stu cantu a lu me cori
malincunia me fa.

UNN’È (DOV’È) 
Autore testi: Etta Scollo
Autore musiche: Etta Scollo
Autore arrangiamenti: Etta Scollo

Unn’é? Unn’è la vuci mia?
Sciatu d’amuri, unn’è stu cori?
Unni ‘mmucciasti lu mè suli?
Picchì sciucasti lu mè mari
e l’aria ‘ppì campari?
La notti nun c’è versu…
ti sentu a latu ‘i mìa,
e m’arrusbigghiu sula
e sorda cantu di tìa

[back to CASA]