Il passo interiore Anno di pubblicazione:  maggio 2018

Copyright:  Jazzhaus Records

IL PASSO INTERIORE

Tracklist:  U çielu çianci (Il cielo piange) - L’amuri ca mi cuogghiu … (L’amore che raccolgo), N’amore bello, Tra la morte e la vita, I primi tempi, Il passo interiore, Le stanze di Ligeti, Shemà, Adonay, Suite per Lampedusa, La voz (La voce).

Testi: booklet

Comunicato stampa di Stefan Franzen

Credits

Etta Scollo: voce, chitarra

Susanne Paul: violoncello, arrangiamenti del violoncello nei brani 1, 3, 7, 8, 11

Cathrin Pfeifer: fisarmonica

Hinrich Dageför: mandola, mandolino e percussioni, nel brano 10 e chitarra portoghese nei brani 4 e 11

Ferdinand von Seebach: pianoforte nei brani 8 e 9 e regia vocale nei brani 4,5,6, 7 e 11

Ospiti

Tara Bouman clarinetto nel brano 9 Patrice Heral percussioni nei brani 2 e 10 e seconda voce nel brano 10

Parti corali nei brani 4,5,6,7 e 11

Cécile Kempenaers Soprano Matthias Jahrmärkte Baritono Tom Heiß Basso

registrato da: Johannes Feige a Studioboerne45 Berlino (D) registrazioni addizionali: Etta Scollo mixato e masterizzato da: Rainer Robben a Tonlabor AudioCue

Progetto grafico: Etta Scollo Artwork: Jürgen Oschwald Fotografie: Tobias Dutschke

Traduzioni in tedesco: Christoph Felber , Sabine Witt Traduzioni in Italiano: Francesco Ferracin e Malin Schwerdtfeger Traduzioni dal siciliano all’italiano: Sebastiano Burgaretta, Elvira Assenza, Etta Scollo

I seguenti testi poetici e letterari sono stati utilizzati per gentile concessione degli autori, delle case editrici, degli eredi e delle fondazioni qui elencate:

  •  „Il passo interiore” e „Shemà Adonay” del poeta Sebastiano Burgaretta sono tratte dal libro Passo dopo passo, Algra Editore, 2017
  •  Il testo del brano “Suite per Lampedusa” è un appello dell’ex sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini dopo il tragico naufragio del 3 novembre 2012 al largo delle coste libiche
  • I testi dei brani 4,5 e 6 sono tratti dal libro La catastròfa di Paolo Di Stefano / Sellerio Editore Palermo
  • Le poesie „La voz”, “T’alzasti” sono dello scrittore Miguel Ángel Cuevas tratte dal libro Piedra – y cruda / Pietra – e cruda, Camera Verde, Roma, 2015
  •  Le poesie „U çielu çianci” “L’amuri ca mi cuogghiu …” sono del poeta Carmelo Assenza, tratte dal libro Mura a-ssiccu per LA TARTARUGA EDITRICE – ISPICA 1983
  • per la nota al testo di Etta Scollo „Le stanze di Ligeti“ si ringrazia la Fondazione Paul Sacher

Produzione artistica, musiche e arrangiamenti: Etta Scollo

Registrazioni ed editing effettuate presso: studiocinque Berlin da Etta Scollo. È stato utilizzato l’equipment di Kay Wäcke per Schanze 12 Studio Registrazione dei cori nei brani 4,5,6,7 e 11: e del pianoforte dei brani 8 e 9 presso GREVE STUDIO Berlin da Christoph Schlimbach Registrazione degli strumenti suonati da Hinrich Dageför presso O Ton Studio – Amburgo (D) da Stefan Wulff Editing dei cori nei brani 4,5,6,7 e 11: Christoph Schlimbach Missaggio: Stefan Wulff presso O Ton Studio – Amburgo (D) Mastering: Darcy Proper al Wisseloord Studios – Hilversum (NL) Foto di Etta Scollo Traduzioni dei testi dall’italiano al tedesco (tranne 1 e 11): Francesca Spinazzi Traduzioni dei testi dallo spagnolo al tedesco dei brani 1 e 11: Christian Hansen Traduzioni dei testi dal siciliano all’italiano dei brani 2 e 3: Elvira Assenza Traduzioni dei testi dallo spagnolo all’italiano dei brani 1 e 11: Giovanni Miraglia Layout e cura delle partiture: Ferdinand von Seebach Editing dei testi, consigli e suggerimenti: Sebastiano Scollo Progetto grafico: Artwork, Jürgen Oschwald Per immagini o brani che attualmente risultano di proprietà ignota, il produttore artistico si rende disponibile a ottemperare quanto previsto dalla normativa sui diritti d’uso per eventuali aventi titolo.

Info

Per l’affetto, l’amicizia, la partecipazione, il sostegno e i consigli durante la produzione di quest’album ringrazio: Elvira Assenza, Francesca Spinazzi, Giusi Nicolini, Sebastiano Burgaretta, Miguel Ángel Cuevas, Paolo Di Stefano, Christian Hansen, Luca Lucchesi, Giovanni Miraglia, Georg Nigl, Patrice Heral, Pippo Pollina, Micha Brumlik, Heidrun Hannusch, Hinrich Dageför, Tara Bouman, Susanne Paul, Cathrin Pfeifer, Ferdinand von Seebach, Gloria e Giovanna Giovannini e il Coro Arcanto, Cécile Kempenaers, Matthias Jahrmärkte,Tom Heiß, Stefan Wulff, Kay Wäcke, Christoph Schlimbach, Uschi Wittich, Jochen Kux, la Jazzhausrecords di Friburgo: Thorsten Ilg, Michael Musiol, Jürgen Ochswald e Norbert Hausen e sempre i miei cari e „chi tiene il passo“.

Dedicato all’umanità